venerdì 16 giugno 2017

AUTOSERVIZI F.V.G. SPA-SAF: un benvenuto a bordo senza la lingua friulana?



Autoservizi F.V.G. SPA – SAF

Un benvenuto a bordo

.... senza lingua friulana??

............



Un amico ci segnala:


Fino all'anno 2015/2016, le “regole di viaggio - rules for traveling - regulis di viaç esposte al pubblico sui pullman della SAF che circolano per le strade del Friuli, risultavano scritte anche in lingua friulana, oltre che in italiano e in inglese.

http://www.caicividale.it/rommel/download/SAF-Valli_del_Natisone_D02.03_2015-06-12.pdf

Poi, la grande sorpresa di oggi:

nel “Regolamento dei servizi SAF" anno 2016, leregole di viaggio - rules for traveling - regulis di viaç risultano scritte solo in lingua italiana e inglese.

Della lingua friulana non c'è più traccia: desaparecidos?? Pare proprio di "Sì"......


Perchè questa eliminazione?

E se - poniamo come ipotesi - la eliminazione della lingua friulana è stata imposta  alla SAF, chi ha dato questa direttiva?

Perchè quella che da anni era considerata una conquista della minoranza linguistica friulana e una importante forma di valorizzazione/tutela di questa lingua attraverso la visibilità pubblica, ora risulta essere stata eliminata?

Ricordiamo che la minoranza linguistica friulana è una minoranza riconosciuta e tutelata dalla Repubblica italiana ai sensi dell'art. 6 della Costituzione italiana e da trattati internazionali europei ratificati anche dallo Stato italiano e che i pullman della Saf collegano Comuni friulanofoni.

Nel ringraziare l'amico che ci ha fatto la segnalazione, documentandola adeguatamente dopo essersi opportunamente informato, restiamo in attesa di un chiarimento da parte della SAF e della Giunta regionale di Debora  Serracchiani.


LA REDAZIONE DEL BLOG


2 commenti:

  1. Anni addietro a seguito di un accordo con la SAF si convenne che le regole di viaggio, quel pannello che disciplina i viaggi sugli autobus e pullman che di solito viene posto nelle vicinanze dell'autista, venisse scritto in tre lingue: inglese italiano e friulano. Dando così visibilità, prestigio e utilità sociale alla nostra madrelingua. Purtroppo a qualcuno la cosa deve aver dato fastidio e ora, ci risulta che le regole di viaggio vengano scritte solo in inglese e italiano.

    Pare che ora ad occuparsi dei trasporti extra-urbani non sia più la provincia di Udine ma la regione e questi sono i risultati....

    RispondiElimina
  2. Sul Blog di EUROFURLAN:

    “Si à zontât ancje la SAF. Daûr di ce che al salte fûr di diviersis segnalazions, cemût che si lei ancje tal blog dal Comitât pe autonomie e pal rilanç dal Friûl, al sarès un câs par «Chi l’ha visto?». Cun di fat, intant che ancjemò vie pal an passât su lis corieris si podeve lei lis regulis di viaç ancje par furlan cumò a son dome par talian e par inglês. Parcè? Cemût? Cemût mai? Par iniziative di cui?
    A son dutis domandis legjitimis…”

    https://eurofurlan.wordpress.com/2017/06/17/corieris-e-universitat-lis-gnovis-pontadis-di-mamma-ho-perso-il-friulano/

    RispondiElimina